Chiesa di San Clemente

Affonda le sue radici in tempi remotissimi. Era l'unica sede battesimale alla quale facevano capo le chiese di S.Salvatore, S.Pietro e S.Maria a Mezzano.
Resta della primitiva costruzione l'antica facciata romanica ed un arco gotico inglobato nel Palazzo Farnese.
L'attuale Chiesa Parrocchiale fu ricostruita nel 1598 dietro incoraggiamentio dei Duchi Mario e Ferrante Farnese.
La facciata presenta linee semplici e sobrie con portale finestrone e rosone in pietra basaltina di stile rinascimentale. Il campanile risale al 1789, progettato dall'architetto Ridolfi il cui stile ricorda quello del Borrominiano.
L'interno a tre navate ha capitelli, cornicioni e pilastri settecenteschi.
Nella navata centrale si trova uno splendido soffitto in legno a cassettoni dipinti del '600. La grande pala d'altare di scuola romana, dipinta nel primo decennio dell'ottocento, raffigura San Clemente in posa pontificale. Ai lati dell'altare maggiore sono dipinti in alto i primi compatroni di Latera: San Pancrazio e San Macario.
Entrando a destra si trova una tela con la Madonna del Carmine e San Carlo; seguono San Giovanni decollato, la Madonna del Rosario (attribuita al pittore senese E.Nasini), un crocifisso su tela e Sant'Angelo martire.
A sinistra San Gregorio VII di Sovana, un artistico crocefisso in legno scolpito donato dalla famiglia Farnese di Latera nel XVII secolo ed una raffigurazione delle anime del purgatorio.
Di notevole pregio e' il battistero, oggi tabernacolo eucaristico, in pietra basaltina che risale al 1590 e fu donato due anni dopo dal Duca di Latera Mario Farnese alla Pievania.
Un cenno particolare va all'organo, installato nel 1799, sopra il bussolone dell'ingresso principale. Del precedente strumento, donato dal Duca Pietro Farnese nel 1626, e' possibile ammirare solo la splendida ed originale cassa armonica in legno dorato che contiene il nuovo organo, costruito e riadattato da Angelo Morettini alla fine del 1800.*

*(Notizie tratte dalla guida turistica 'Latera' edito dal Comune di Latera - Associazione ProLoco - Associazione Card. Gerolamo Farnese e Museo della Terra)..


Il Borgo medievale

Sicuramente il luogo più suggestivo da visitare a Latera è il borgo medievale, con le sue viuzze, gli scorci panoramici, i colori delle case con le loro forme rimaste quelle per secoli.
La dimensione uomo, la cordialità e l’ospitalità della popolazione locale non possono non colpire il passante e il turista per caso.
Il borgo i snoda lungo Corso Vittorio Emanuele III, da Piazza IV Novembre alla Fontana Ducale.
Le prime case risalgono al Medioevo quando, a ridosso del Castello, sorsero le modeste abitazioni delle classi più povere: piccoli artigiani, contadini, servi.
Ancora oggi le caratteristiche architettoniche e urbanistiche originarie sono ben evidenti.
Ai piani inferiori si trovano cantine, cellai e stallette; ai piani superiori (primo e secondo), ai quali si accede mediante una scaletta esterna ("profferlo") si trovano le stazne di abitazione.


Chiesa di San Rocco

Costruita, probabilmente, intorno al 1400, e nasce come voto fatto durante la peste che, in quegli anni, mieteva centinaia di vittime. È per questo, probabilmente, che fu da sempre intitolata a San Rocco, Patrono degli appestati. La chiesa, di modeste dimensioni, vanta un singolare altare in marmo, monoblocco, sovrastato da un pregevole affresco del Santo che, con l'indice della mano destra, indica una ferita sul ginocchio, ed un cagnolino bianco seduto vicino. Recentemente la chiesa stata al centro di una minuziosa opera di restauro.